IL SOCIAL LIVE FARA’ VINCERE HILLARY CLINTON NEL 2016?

Schermata 2015-04-15 alle 09.07.22
Lo ha annunciato pochi giorni fa, su Twitter, Facebook, Youtube.

MI PRESENTO, MI CANDIDO!!!

“OGNI AMERICANO HA BISOGNO DI UN CAMPIONE E IO VOGLIO ESSERE QUEL CAMPIONE” ha detto.

Interessante come si presenta, nella sua descrizione sui Social (sembra una blogger ūüôā )
Wife, mom, grandma, lawyer, women & kids advocate, FLOAR, FLOTUS, US Senator, SecState, author, dog owner, hair icon, pantsuit aficionado, glass ceiling cracker, 2016 presidential candidate.

Sarà una campagna vissuta molto intensamente sui Social e sarà un ottima occasione per studiare come verranno usati.

Vediamo alcune caratteristiche:

1) ESSERE VERI

Mostrare il lato umano, fare vedere chi sei, fare cose normali con persone normali (i 2 dietro saranno del Secret Service? ūüôā )

Le immagini sono da Facebook (sopra) e Twitter (sotto)

Schermata 2015-04-15 alle 09.18.43

Schermata 2015-04-15 alle 09.24.07

2) FARE VEDERE LE PERSONE E RACCONTARE DELLE BELLE STORIE

Schermata 2015-04-15 alle 09.27.50

3) CREARE ENGAGEMENT – COINVOLGERE I FANS!!!

Schermata 2015-04-15 alle 09.30.31

4) CREARE UNA PIANIFICAZIONE SOCIAL LIVE!!!

Se guardate ogni quanto postano sui Social di Hillary Clinton, vedete che la regola delle classiche agenzie “1 volta al giorno al massimo, se no annoi” non vale assolutamente.

Se su Twitter √® abbastanza normale (19 Tweet nelle ultime 24 ore!!!) su Facebook hanno postato 6 volte nelle ultime 24 ore, alla faccia della regola di “al massimo 1 o 2 al giorno”.

Su questo ultimo aspetto, vengo da un evento molto importante che ho seguito per un mio cliente, al quale abbiamo fatto il live sui social e in particolare sulla loro pagina Facebook.

Nella durata dell’evento stesso, 3 ore, abbiamo postato 12 volte, un mix di immagini e video da 30 sec. e il successo √® stato TOP.

Abbiamo triplicato X3 la copertura, sviluppando X4 i mi piace e condivisioniSUCCESSO!!!!

Quindi la regola è

NON CI SONO REGOLE, OSSERVA, SPERIMENTA E MISURA I DATI.

FUNZIONA? RIPETI.

NON FUNZIONA? CAMBIA E RIPROVA.

Buon Social Media Marketing!!!

10 cose da sapere sui Millennials (e una bellissima infografica).

Marco Massarotto

Un‚Äôaltra di quelle parole abusate (ne avevamo parlato a proposito della ‚ÄúDigital Transformation‚Äú) √® ‚ÄúMillennials‚Äú. I millennials sono una generazione, detta anche generazione Y (quella che segue la Generazione X che a sua volta succede ai ‚ÄúBaby Boomers‚ÄĚ e pi√Ļ precisamente sono la generazione di coloro che sono nati tra il 1980 e il 2000. Sono una generazione molto numerosa e¬†rilevante sotto¬†molti punti di vista, nonch√© estremamente attuale in questo momento. √ą attuale in quanto i millennials¬†in questi anni stanno diventando adulti (nel 2015 rappresentano la fascia di popolazione 15-35) sono la prima generazione di ‚Äúdigital natives‚ÄĚ, stanno entrando nel mondo del lavoro e stanno, conseguentemente, sviluppando una autonoma capacit√† di spesa, diventano i nuovi consumatori e iniziando a manifestare quindi il loro impatto sull‚Äôeconomia. Per capire questo ultimo aspetto vi rimando a una utilissima infografica sviluppata da‚Ķ

View original post 251 altre parole

PER PRANZO PREFERISCI CULTURA O STRATEGIA?

converse-fields_Fotor

Sandy Carter, Vice President IBM ed esperta di Social Media Marketing dice

“Culture eats strategy for lunch”

ovvero “La cultura si mangia la strategia a¬†pranzo” (pi√Ļ o meno letteralmente)

Cosa significa in poche parole?

Significa che se la cultura aziendale, i valori, la mission, i comportamenti, le credenze non sono “SINCRONIZZATI” con la strategia Social Media, √® solo questione di tempo, ma prima o poi andr√† in CRASH, come un gelato contro il muro.

Nella maggior parte delle aziende (dalle multinazionali ai centri estetici) se la Comunicazione Social¬†√® qualcosa che arriva dall’alto (i manager dicono Top-Down), magari¬†non condiviso da tutti, il rischio che sia solo “di facciata √® ALTO, e si¬†condivideranno messaggi che non sono veramente nel DNA dell’azienda.

Sui Social, ogni azienda, di qualunque dimensione, diventa trasparente e la parola ETICA assume un significato che prima non aveva.

Allora bisogna essere veri.

Ma per avere dei valori VERI, CULTURA, questi devono essere condivisi e radicati dalla base (Bottom-Up, come direbbero quei famosi manager).

Prima di lanciarti in comunicazioni Social ed essere (nelle intenzioni) The King of Facebook, chiediti sempre se quello che comunichi, i tuoi valori e le azioni che ogni giorno si fanno in azienda, rispecchiano la comunicazione.

  • Se parli di Etica nei confronti del consumatore, ma non sei etico nei confronti dei tuoi collaboratori…hai un problemino.
  • Se parli di Ecologia dei tuoi prodotti, ma a parte un’etichetta che lo dice, non lo sei affatto…hai un problemino.
  • Se parli di Qualit√† delle materie prime, ma a parte immagini stupende, la qualit√† non c’√®…hai un problemino.

Se proverai a dare solo una lucidata alla tua comunicazione, non ti aspettare risultati eccellenti. MISSION IMPOSSIBLE!!!

Crea invece una CULTURA aziendale di VALORI, condivisi dalla base e questi saranno una roccia solida che ogni collaboratore, cliente e fornitore vorr√† condividere con tutti e… SI

allora sarai VINCENTE ūüôā !!!

LA CULTURA SI MANGIA LA STRATEGIA A PRANZO, vero?

Buon Social Media Marketing!!!

4 SEGRETI DA PRENDERE DALLE PAGINE FACEBOOK DI SUCCESSO

Diapositiva1_Fotor

Gestiamo pagine di Facebook, della nostra attività o di clienti?

Abbiamo un profilo personale della nostra attivit√†, ci hanno detto che sarebbe meglio (SI E’ MEGLIO ūüôā ) avere una PAGINA?

Ogni quanto devo postare? Cosa devo postare? A che ora devo postare?

Quando parlo con clienti che hanno la pagina, mi chiedono un parere su come gestirei io la pagina, mi dicono che chi gestisce loro la comunicazione social dice che al massimo bisogna fare 1 post al giorno, “se no diventa troppo”.

Sarà vero sempre?

Io mi permetto di dissentire e che forse 1 volta al giorno non √® sufficiente e che forse questa affermazione presuppone argomentazioni che poco c’entrano con il “diventa troppo”.

La qualit√† del contenuto deve mantenersi alta, ma non nel senso stretto di “estetica pubblicitaria”.

Chi ha ragione?

Per evitare di entrare in discorsi del tipo “Statistiche dimostrano che …. oppure che …” vediamo cosa fanno pagine che hanno indiscutibilmente successo e scopriamo alcuni dei loro “segreti.

REAL MADRID F.C.

Schermata 2015-04-06 alle 16.48.36

Una delle 3 squadre di calcio pi√Ļ famose al mondo, con oltre 80 milioni di followers

  • Post al giorno: da 4 a 7
  • Contenuti del post: principalmente immagini e video, sia delle partite che degli allenamenti (soprattutto)
  • Tipologia di contenuti: calciatori (persone)
  • Quali sono i post che creano maggiore interazione: gli allenamenti

HUMANS OF NEW YORK

Magari non conosci questa pagina, ma se vai a vederla scoprirai che diversi tuoi amici la seguono.

Schermata 2015-04-06 alle 17.00.07

E’ una pagina con oltre 12 milioni di followers del fotografo Brandon Stanton, che riprende immagini delle persone di New York City, per strada, durante la loro normale vita e le loro attivit√† quotidiane.

  • Post al giorno:¬†34
  • Contenuti del post: immagini
  • Tipologia di contenuti:¬†persone e la loro vita
  • Quali sono i post che creano maggiore interazione: quelle nelle quali chi √® fotografato racconta la sua vita con brevi frasi emotive e motivazionali.

ARCHITECTURE & DESIGN

Parliamo di Architettura, Design dedicato a tutti gli amanti del settore, con immagini di buona qualità

Schermata 2015-04-06 alle 17.24.06

E’ seguita da oltre 21 milioni di persone nel mondo e nella pagina sono condivise immagini di tantissimi “contribuenti”

  • Post al giorno: da 20¬†a 30
  • Contenuti del post:¬†immagini
  • Tipologia di contenuti: location e¬†persone¬†
  • Quali sono i post che creano maggiore interazione:¬†immagini di paesaggi fantastici e immagini di neonati

COCA COLA

Non ha bisogno di presentazioni. La pagina ha quasi 90 milioni di followers e dalla cover si capisce il tipo di comunicazione.

Schermata 2015-04-06 alle 17.40.47

  • Post al giorno:¬†1 o 2¬†(pi√Ļ spesso 1)
  • Contenuti del post:¬†immagini¬†e saltuariamente video
  • Tipologia di contenuti:¬†persone e ricordi
  • Quali sono i post che creano maggiore interazione: emozioni di¬†persone che si vogliono bene

Quindi cosa possiamo dire in sintesi?

  1. Sul numero di post, a parte Coca-Cola, gli altri postano pi√Ļ volte al giorno e questo non abbassa il numero di like o condivisioni, anzi aumenta

  2. I contenuti riguardano la maggior parte delle volte (anzi sempre) immagini

  3. La tipologia è persone vere, non modelle o soggetti finti

  4. Lo stile dei post che funziona maggiormente è reportage, emozioni reali, vita.

Interessante vero?

Dobbiamo cambiare approccio? 

Cambiamo!!!

Buon Social Media Marketing!!!

SCEGLI IL TARGET SULLA TUA PAGINA FACEBOOK

Diapositiva1_Fotor

Facebook sta cambiando la maniera con la quale mostra i post al tuo pubblico sulla pagina?

Vero?!!

Bisogna allora essere pi√Ļ mirati e cercare di comunicare in maniera precisa, affinch√© il messaggio arrivi sulla bacheca di chi √® potenzialmente interessato al post.

In effetti FACEBOOK lo fa già.

Chi di voi gestisce una pagina sa bene che SPONSORIZZANDO, √® possibile “targettizzare” i post o la pagina stessa,¬†geograficamente, per et√† e interessi e arrivare su chi √® interessato.

Da qualche tempo i ragazzi di Facebook hanno per√≤ creato un nuovo “tool” che permette, a chi gestisce le pagine, di indirizzare ogni singolo post organico, su specifici target di pubblico che hanno gi√† messo like sulla pagina.

(NO EXTRA COST :))

Come funziona?

1) ¬†Verifica che sia attiva. Vai in IMPOSTAZIONI “Targetizzazione e privacy dei post”, metti il flag e salva

Diapositiva1

2) Adesso hai il “MIRINO”

Diapositiva1

3) Adesso clicca sul mirino ed entra nelle variabili e comincia a PROFILARE i destinatari (che sono già tuoi follower) secondo questi parametri

Diapositiva1

Clicca su Pubblica e il gioco è fatto.

Facile da usare!!!

Se hai un post che credi sia interessante per una determinata fascia d’et√† allora usa il TARGETING cos√¨ da arrivare ai tuoi followers interessati, se hai un evento localizzato e vuoi essere maggiormente certo che chi √® in zona lo sappia, allora scegli quell’area geografica e cos√¨ via…

Come sempre, SPERIMENTA, analizza gli INSIGHT e sperimenta ancora.

Hai ancora dei dubbi? Guarda il video e

Buon Social Media Marketing!!!