SOCIAL MEDIA MANAGER: UN NUOVO STILE DI VITA

work-stations-plus-espresso-1_Fotor

Come lo possiamo immaginare questo personaggio…

  • curioso?
  • alla ricerca di novità?
  • attento ai dettagli che possono diventare delle storie da raccontare?
  • sempre con lo smartphone in mano (1 solo…) ?
  • sinceramente desideroso di “dare” agli altri quello che vogliono?
  • un po’ ambizioso e un filino protagonista?

…ma soprattutto sempre connesso, in qualunque momento?

ESATTO!!! 🙂 è tutto questo messo insieme

In effetti il Social Media Manager ha uno stile di vita un po’ particolare, nel senso che anche quando sembra non stia lavorando, invece lo sta facendo.

Un esempio?

Mentre il Social Media Manager sta portando la figlia a scuola (…ah si, il Social Media Manager può anche essere un papà ❤ o una mamma…) e cammina lungo il marciapiede con lo zaino su una spalla, legge sul suo iPhone 6 (ovviamente) i commenti sulle pagine che gestisce e, se ci sono delle criticità, risponde subito.

Chi guarda da fuori vede solo una persona con un telefono in mano e pensa: “Ma guarda questo che alle alle 8.16, mentre accompagna la figlia a scuola è lì con stò telefonino…”.

“Sto lavorando”, non sembra, ma sto lavorando 🙂

In effetti la giornata del Social Media Manager è DESTRUTTURATA.

Facciamo un esempio?

  • Ore 6.45 – Sveglia
  • Ore 7.20 – Colazione, con iphone in mano. Controllo dei post programmati su Facebook e gestione eventuali commenti
  • Ore 7.45 – Condivisione dei post del blog su LinkedIn e post su Instagram
  • Ore 8.00 – 8.30 freestyle casa-scuola-ufficio
  • Ore 8.35 – Secondo caffè e scanning dei blog che il Social Media Manager segue per essere aggiornato sulle novità
  • Ore 9.00 – ah già, se il Social Media Marketing segue anche degli e-commerce, verifica di AdWords di Google per verificare che tutto sia “funzionante” nella maniera corretta ed eventuale correzione
  • Ore 9.50 – Squilla il telefono e sono quelli di Fastweb che ti chiedono se vuoi diventare loro cliente. Risposta: “Lo sono già da 8 anni, magari controllate la vostra anagrafica…”
  • Ore 10.00 – Controllo degli insights di Facebook per analizzare i comportamenti dei followers della pagina
  • Ore 10.15 – Twitter, lo lascio sempre per ultimo!!! Tweet e re-tweet dei post interessanti (domani lo controllo per primo)
  • ….e così per il resto della giornata…

…insomma sono le 10.30 e sembra di aver fatto un trasloco…

Fantastico, IO AMO IL MIO LAVORO

che definisco ORGANIZZATO, CREATIVO E FREESTYLE

Il Social Media Marketing non dorme mai!!!

eh SI…ricorda che MEZZANOTTE da noi, sono le 18.00 a New York City , le 15.00 in California e non vorrai per caso perderti delle opportunità di essere sul pezzo anche li!!!

quindi prima della buona notte, un paio di post…si fanno, in inglese 🙂

Buon Social Media Marketing!!!

WOW CHE IMMAGINE!!! TANGENT, L’APP DELLA SETTIMANA

Diapositiva1
Utilizzi spesso l’iPhone per FOTOGRAFARE e utilizzi app di fotoritocco, allora questo post ti interessa.

Diciamo sempre che l’immagine è fondamentale nella comunicazione Social e avere a disposizione qualche “tool” facile e immediato tra le mani, ci può aiutare.

Parliamo quindi del mondo Apple e iPhone in particolare, con l’APP della SETTIMANA, GRATUITA ancora per qualche giorno!!!

icon175x175

TANGENT

Come si utilizza?

Come la maggior parte delle app di foto-ritocco, ma finalmente è diversa da tutte le altre:

  1. Scatti l’immagine
  2. Puoi scegliere tra una serie di effetti “pre-impostati” oppure creare da zero
  3. Aggiungere tutta una serie di figure geometriche, con tantissime variabili, di colore, forme e trasparenze e tanto altro ancora.
E’ più facile scaricarla e vedere come funziona, che spiegarla, ma nel video qui sotto si intuisce di cosa stiamo parlando.

Alla fine salvi e condividi direttamente sui tuoi Social o aspetti un secondo momento per farlo.

Ricorda di partire sempre da una bella immagine e il consiglio è utilizzare TANGENT senza stravolgere la genuinità di quello che comunica, ma di aggiungere un dettaglio che la renda particolare.

Buon Social Media Marketing!!!


 

E-MAIL MARKETING E SOCIAL MEDIA MARKETING, COME RONALDO E MESSI?

photo-1423483641154-5411ec9c0ddf_FotorQuale dei due è meglio?

E’ un po’ come dire, vino bianco o vino rosso? Mare o montagna? Cristiano Ronaldo o Messi?

Dipende 🙂

Partiamo dalla fine, ovvero la risposta!

TUTTE e 2

Partiamo dall’assunto che uno non esclude l’altro. A chi non piacerebbe avere in squadra Ronaldo e Messi?

…ah, vero parlavamo di e-mail e SMM. 

Ognuno ha una funzione diversa e va utilizzato con approcci differenti.

Supponiamo di essere una catena di negozi sportivi specializzata in Running con l’obiettivo di creare un database di nomicognomi di potenziali clienti o che già lo sono, per poi comunicare lanci prodotti, eventi e promozioni e quindi stimolare e incuriosire al fine di “vendere”.

Quali sono le differenze tra i 2?

1. Social Media Marketing

  • ha una comunicazione informale e indiretta
  • tende a creare interazioni
  • stimola i followers con argomenti anche “laterali” all’oggetto della pagina
  • raramente ti invita ad acquistare (dovrebbe succedere molto raramente)

2. E-Mail Marketing

  • è formale e diretta
  • ha un obiettivo preciso ed esplicito.
  • spesso (o sempre) ha una CALL TO ACTION, per invitarti a fare qualcosa
  • propone offerte commerciali e inviti ad eventi come ad esempio clicca qui e scopri l’offerta della settimana o quella pre TE.

In un mondo ideale il Social Media Marketing dovrebbe portare i followers a iscriversi a un database per avere dei vantaggi, come ad esempio una newsletter dove scoprire cose interessanti.

Nel nostro caso di negozio di Running ad esempio argomenti come “La dieta i 30 giorni prima della maratona” o “Scegli la scarpa giusta per il tuo stile di corsa”.

Una volta registrati, potranno ricevere messaggi di E-Mail Marketing più mirati ad offerte che interessano loro.

Quindi la sintesi è che non dobbiamo scegliere, ma rendere sinergica l’azione tra le 2 … e poi ci pensate che bello sarebbe avere in squadra Ronaldo e Messi? 🙂

Buon Social Media Marketing!!!

TROPPO FACEBOOK CREA INVIDIA E DEPRESSIONE?

10517564194_3ab36ed489_k_Fotor

photo @Michael Matti

Sei sempre a controllare quanti like hai? Hai meno followers dei tuoi amici? Hai postato un’immagine e dopo 5 minuti hai solo 1 like?

ATTENTO!!! Questo ti può portare alla depressione
TA-DAAAAAAA!!!!!!!! 🙂

Almeno questo è quello che afferma un articolo pubblicato da CNN da uno studio fatto da ricercatori di 3 università (Nanyang Technological University, Bradley University e la University of Missouri Columbia).

Facciamo qualche considerazione?

Hanno visto che chi è spesso su Facebook (o i Social in generale) può sperimentare invidia verso gli altri e che questo può portare alla tristezza e in casi estremi alla depressione.

In effetto può succedere, perché se si va sempre a vedere la timeline e si osserva che “gli altri” postano immagini fantastiche di posti dove (forse) sono stati, immagini di feste incredibili dove si stanno divertendo e eventi over the top, noi che siamo li, in casa davanti al PC o fermi in coda al semaforo con lo smartphone pensiamo

CHE BELLA VITA CHE HANNO…IO INVECE…

Ma anche no!!! (si dice così vero?)

Ogni tanto capita a tutti di essere delusi se non abbiamo tanti LIKE o condivisioni, è UMANO perché essere sui Social è un po’ come essere a una festa. Se tutti ci salutano, ci invitano a bere qualcosa, a ballare ecc…è più bello, ovvio.

Qui mi vengono da dire 3 cose:
  1. Se siamo “popolari” bene, ma se lo siamo un po’ meno, MA CHI SE NE FREGA :). Se vogliamo possiamo sempre migliorare, perché come ho sentito da qualche parte “La vita non è un punto fermo, ma un viaggio in continua evoluzione” quindi se non ci piace qualcosa, possiamo agire per cambiarla.
  2. Come nella vita, anche sui Social possiamo imparare ad essere più “FIGHI”. Si possono seguire esempi positivi che ci piacciono, blog come questo (ma ce ne sono anche altri) che ci offrono spunti per essere più efficaci. Ricordiamo comunque che su Facebook, Instagram ecc… piacciamo e, soprattutto, ci piacciamo se siamo veri e raccontiamo episodi veri della nostra vita. Ha molto più effetto una foto del biglietto “Ti voglio bene papà” di tua figlia di 6 anni, che una foto di te che fai Kitesurf alle Hawaii.
  3. Se scrivi un blog, su facebookinstagramtwittergoogleplus, scrivi solo per te e, come nella vita, non potrai piacere a tutti, ma a qualcuno si … che in fondo è quello che importa.

La vita è troppo bella per prendersela con sé stessi e con gli altri, quindi adesso esci di casa, incontra persone, fai esperienze e racconta sui social i tuoi momenti importanti.

Buon Social Media Marketing!!!

PEPSI CHALLENGE!!! SARA’ IL NUOVO ICE BUCKET CHALLENGE 2015?

15492686693_405dc31cf1_k_Fotor

photo @Mike Mozart

Pepsi o Coca Cola? Voi quale preferite?

La Coca Cola è più gasata? La Pepsi è più dolce? O forse il contrario?

Nel 1975 la Pepsi lanciò un evento che diventò al tempo famoso, chiamato Pepsi Challenge.

Come funzionava? Predisposero centinaia di tavolini in centri commerciali in tutto il mondo e invitarono le persone ad assaggiare 2 bicchieri anonimi (in uno la Coca Cola e nell’altro la Pepsi), chiedendo loro quale piaceva di più.

Sorpresona!!! Più della metà disse che preferiva la Pespi, che al tempo era molto meno venduta e famosa della Coca Cola (il fatturato valeva circa la metà).

Nel 2015 Pepsi annuncia che sta per lanciare una nuova Pepsi Challenge cavalcando l’effetto virale di Facebook e Twitter.

Non sarà come nel 1975, ma si baserà su una serie di sfide, tenute ancora segrete (marketing della curiosità?), utilizzando testimonial famosi come gli atleti Usain Bolt, Serena Williams, James Rodriguez e il cantante Usher.

L’idea è quella di creare un nuovo ICE BUCKET CHALLENGE che ha viralmente invaso i social l’estate 2014, ma basato questa volta su un concetto di Responsabilità Sociale.

La prima sfida sarà presentata da Nicola Formichetti (Direttore Creativo per Diesel e Uniqlo) ad Honk Hong, tra poche settimane.

L’obiettivo è portare luce nelle zone povere del mondo attraverso un’idea che i social premieranno, ovvero “Come ri-utilizzare le bottiglie di plastica Pepsi che, riempite di acqua e candeggina, rifrangono la luce solare in spazi chiusi”.

Bello il video di presentazione!!!

PS: ma tu preferisci la Coca Cola o la Pepsi?

Buon Social Media Marketing!!!